neetAmantE

Con l'incoscienza di un carro armato

Archivio per la categoria “lavoro”

Dalle piramidi al piccì

La domanda è semplice: il PIL dell’Italia, dall’introduzione del personal computer, sarà aumentato o diminuito?

La risposta è intuitiva, ma dà adito a una seconda domanda: ma allora perché il PIL dell’Italia da alcuni anni non cresce piu, io che in un giorno di computer mi faccio il mazzo e produco tanto-tanto-tanto?

Due motivazioni principali: una che ormai come Paese abbiamo raggiunto in molti campi la piena capacità produttiva; due che se non assumono nuove persone difficilmente si potrà fare meglio di così.

Preferisco pensare che la vera funzione del lavoro – e del Mario Monti di turno – non sia quella di aumentare il PIL, bensì di schiavizzare le persone.

E tu che leggi queste righe e magari ti fai il mazzo perpocopiù di mille euro al mese, tu ti senti uno schiavo seppur moderno?

Annunci

Gesù ovvero il primo NEET

Tante volte veniamo a leggere che Gesù, con la sua crocifissione, si è immolato per tutti noi. Ma perché? Farsi ammazzare porterebbe alla salvezza?

Forse è più interessante analizzare, della vita di Gesù, quello che diceva e faceva. Gesù, innanzitutto, non era quel che si dice un infaticabile lavoratore, anzi, dopo aver abbandonato il mestiere di falegname, era diventato un neet profeta, cioé non studiava né lavorava, passando la giornata, sostanzialmente, a cazzeggiare su e giù per la Giudea.

E perché questa figura del chiacchierone causava e causa tanto fastidio? Ma perché il lavoro è sinonimo, specie quando si lavora tante ore al giorno, di sottomissione e di controllo sociale.

Gesù è un free runner, non solo dice, ma anche fa, quello che gli pare, ovvero chiacchierare e cazzeggiare. È l’incontrollabile per definizione.

Cosa succederebbe se tutti i Precari d’Italia decidessero un giorno di scioperare ad oltranza? Il Paese si fermerebbe, magari qualcuno comincerebbe ad ascoltarci.

Magari, si può.

Verso Carte 48

Ci sono molte cose che non quadrano nella crisi del debito italiana:

1) che diamine è lo spritz e chi lo determina?
2) con le proposte dell’Europa, come la facilitazione dei licenziamenti, come potrà esserci sviluppo?
3) come potrà mai l’Italia venire a capo del suo debito permanendo la truffa del signoraggio?
4) che diamine è lo spritz e chi lo determina?

To the burn out

Cosa sta succedendo a molte persone, soprattutto impiegati?

Succede che le aziende italiane, strozzate dalle imposte e dalla concorrenza dei simpatici mandorlini, devono sfruttare i lavoratori alla follia, fare di più con meno risorse.

Risultato: persone (cose) spremutissime, stanche, nervose, rivoluzione.

Navigazione articolo