neetAmantE

Con l'incoscienza di un carro armato

Archivi per il mese di “ottobre, 2012”

Io & il PD

La maggior parte dei miei amici vota per il PD o lo ha votato in passato.

Il PD, il grande partito sedicente riformatore dell’Italia.

Se c’è una cosa che non sopporto è però la falsità, la mala fede, e il PD in questo è maestro.

Come ha potuto questo partito appoggiare il governo di Mini-Mario, che mantenendo inalterato il debito ha aumentato la disoccupazione, alzato le tasse e reso ancora più precario il lavoro, in nome di presunti benefici derivanti dalla persistenza dell’Italia in questa Europa?

Politiche di austerità che – i vertici del PD lo sapevano benissimo – deprimono l’economia nel breve, nel medio e nel lungo periodo.

Cosa resta della tensione verso il bene comune? Nulla.

Il PD è schiavo di poteri finanziari, forti, massonici e religiosi? Un partito riformista non può ridursi a questo.

Il partito di maggioranza relativa non dovrebbe accettare supinamente le direttive dell’Europa matrigna. Bersani non dovrebbe affermare che gli Stati Uniti d’Europa sono un sogno. Un sogno se fossero diversamente congegnati, non una trappola di miseria per i Paesi del sud.

Qualcuno affermerà che il PD, a livello locale, ha fatto molto bene in molte regioni. Perfetto: ma è a livello nazionale che si gioca la nostra partita della vita, e al momento stiamo perdendo di brutto.

Chiudo il post con un’affermazione che probabilmente spiazzerà i lettori più assidui e disorienterà coloro che hanno letto con attenzione le mie parole: ebbene, alle prossime elezioni politiche del 2013, io NON voterò PD.

Meglio Grillo, la sinistra estrema, financo i Pirati.

Annunci

Navigazione articolo